Cerca nel blog

martedì 21 gennaio 2014

INTEGRATORI A BASE DI MELATONINA : NUOVE REGOLE

La melatonina è un ormone naturale prodotto dalla nostra ghiandola pineale a ritmi regolari.
La produzione si ha in risposta alla variazione giornaliera luce-buio e in condizioni normali assicura una buona qualità del sonno.


Dopo i 50 anni la melatonina secreta comincia a diminuire e dopo i 60 arriva ad essere la metà di quella prodotta a 20.


Oltre ad avere questa azione sul sonno, la melatonina vanta anche diverse altre attività: è un potentissimo antiossidante, quindi anti-radicali liberi, anti-invecchiamento cellulare e inoltre ha un'azione antitumorale che la pose anni fa nel centro del mirino per il suo utilizzo nelle cure del prof. Di Bella. Al contrario di questo suo ultimo utilizzo che vide la scienza spaccarsi in favorevoli e contrari, l'utilizzo degli integratori alla melatonina per aiutare il sonno è riconosciuto da anni.


 QUANDO SI USA?


I casi sono due:
per combattere il jat-lag,( quella forma di sfasamento dovuta al cambio di fuso orario)
per la fatica ad addormentarsi, soprattutto in persone over 50.


Fino al mese scorso la maggior parte degli integratori contenevano 3mg di melatonina sola o accompagnata a dei fitoterapici quali valeriana, passiflora, tiglio. Esistevano anche formulazioni da 5mg generalmente "retard" che assicuravano non solo la facilità a prendere sonno, ma anche il suo mantenimento nel tempo.


Poi all'improvviso, uno dopo l'altro, questi integratori sono spariti.


Come farmacista devo dire che una comunicazione precisa sul perché ciò sia successo non l'ho ricevuta quindi sono andata a documentarmi.
Inizialmente si disse che il 5mg veniva tolto dal commercio in quanto inutile.
Presto cominciarono a diventare irreperibili anche le formulazioni da 3 mg.




La mia ricerca assidua sull'argomento è stata richiesta dalla moltitudine di clienti che, facendone abitualmente uso traendone beneficio, si lamentavano della sua irreperibilità


Ora posso dare una risposta.


La UE (unione europea), in seguito ad una riunione di revisione in cui ha stabilito nuove regole per integratori e farmaci, ha stabilito che la melatonina possa rientrare nella categoria integratori solo se al massimo 1mg (dosaggio previsto per favorire il sonno, 0,5mg è il dosaggio per il jet lag).
Tutti gli integratori con dosaggio superiore rientreranno nella categoria farmaco su prescrizione medica ripetibile in fascia C (ricetta bianca a pagamento per intenderci).
 Il problema è che per fare questo le ditte hanno dovuto smaltire tutte le confezioni e per poter rimettere in commercio una melatonina da 3mg dovranno rifare tutto , apporre le dovute avvertenze, riformulare il foglietto illustrativo, richiedere l'autorizzazione per l'immissione in commercio ( e non è detto che gli venga data)
Tutto ciò dal 31 dicembre.


Mah, mi sa tanto che le ditte che producono benzodiazepine ci hanno messo lo zampino!!!


Comunque se volete aumentare la produzione naturale di melatonina...
no alcool
no fumo
no caffeina
no tranquillanti
no antiinfiammatori


prima di coricarvi


è utile invece assumere vitamina b6


E..abbiate un attimo di pazienza.

mercoledì 15 gennaio 2014

LYBERA : aggiornamento

Un rapido aggiornamento su Lybera , la coppetta mestruale. A ottobre era appena arrivata in farmacia , ora che é sul banco da qualche mese, posso parlarvi del riscontro ottenuto con la clientela .
Devo confessare un riscontro molto caloroso nei commenti , ma tiepido nell ' utilizzo. In realtà chi l'ha provata la trova comodissima, per niente fastidiosa ed economica. Ma sono veramente poche ad averla comprata! Io stessa non mi sono ancora azzardata a provarla. Mi piacerebbe che qualcuno mi dicesse che cosa ne pensa!

Ps. Leggete anche il post precedente

sabato 11 gennaio 2014

VARICELLA

Giusto qualche giorno fa parlavamo di herpes ed ecco che in questi giorni dalle mie parti si é scatenata una crisi di varicella .

COME RICONOSCERLA?
All' esordio é solo una pustoletta , magari in un posticino ben nascosto, come sotto un piede , dietro una coscia e talvolta non prude nemmeno tanto. In qualche giorno però le pustolette aumentano e a quel punto diventa facilissima la diagnosi .
QUALI MEDICINE SI PRENDONO?
Dipende dall' età del soggetto. Normalmente colpisce in età scolare e non dà grossi problemi quindi il pediatra prescriverà solo un antistaminico (tinset o cetirizina ) ed eventualmente paracetamolo se c'è febbre .
Ma se ad essere ammalato è un bimbo neonato o debilitato o un adulto, le complicanze sono più frequenti, quindi si ricorre all' antivirale per uso sistemico (aciclovir ) da cominciare il prima possibile.
Per quanto riguarda il trattamento topico ci sono diverse correnti di pensiero. Sul vecchio talco mentolato ormai sono d'accordo la maggior parte degli specialisti: lasciamolo perdere . Occlude i pori e spalmare talco sulla pelle aumenta il rischio di rottura pustole e quindi il dilagare della malattia.
In alcuni casi vengono prescritte delle tinture per fare toccature solo sulle pustole brutte o infette. Calendula tintura madre o tanno Hermal sono le più usate.
MI POSSO LAVARE ?
Io direi di no, fintanto che le vescicole contengono ancora liquido. Lo dico per esperienza. Alcuni pediatri dicono di lavare tranquillamente il bambino, fatto sta che quelli che l'hanno fatto si sono ritrovati con vescicole sui genitali o molto più diffuse . Il principio é lo stesso che ho spiegato prima per il talco. Bisogna assolutamente evitare che le vescicole si rompano!
POSSO USCIRE DI CASA?
Il malato dI VARICELLA è debilitato, quindi soggetto a prendersi anche altri virus o batteri, quindi se é inverno stia decisamente in casa. Se la stagione lo permette può uscire a prendere un po ' d'aria, ma assolutamente evitare contatti con altre persone che potrebbero ammalarsi . Il malato di varicella é molto contagioso, con un incubazione di 15 giorni circa.
Il periodo di malattia varia dai 7 ai 10 giorni , solo quando anche l'ultima vescicole si sarà seccata allora potrete riprendere la vita normale.
E.....parola d'ordine NON GRATTARSI ....i segni della varicella possono restare indelebili !

sabato 4 gennaio 2014

HERPES LABIALIS

L'Herpes labialis é una lesione molto comune che interessa le labbra o le zone vicine ad esse, fino al naso. Si presenta inizialmente con pizzicore e rossore per poi manifestarsi con pustoline rossastre contenenti liquido che nell' ultimo stadio possono rompersi e formare una crosta. É molto contagiosa, ma in genere colpisce solo chi ha il virus latente in sé . Ogni qualvolta il virus è presente nell' aria o il soggetto ha le difese immunitarie un po ' a terra(stress , stanchezza ,convalescenza) ecco che esce fuori. Il virus è della stessa famiglia di quello che causa la varicella, quindi quando ci sono epidemie di quest 'ultima , ecco fiorire anche tante labbra.

Ma quando una persona diventa a rischio herpes ? Nella prima infanzia è facilissimo contrarre la prima infezione se si viene a contatto con le secrezioni di qualcuno che è portatore . Basta la saliva di un bacio o di un bicchiere condiviso. Il genitore non riconoscerà l'infezione perché nel bimbo mette solo fastidio in bocca e potrebbe essere scambiata per normale gengivite da dentizione . Da quel momento in poi il bambino sarà soggetto all' herpes sulle labbra anche se normalmente si manifesterà dopo la pubertà . Raramente l'infezione primaria si ha in  età adulta, ma non é impossibile
Qual é la terapia ?
Il principio attivo più usato é aciclovir topico applicato ogni 2-3 ore sulla lesione per almeno 5 giorni.
Un altro principio é il penciclovir  (vectavir ) più forte rispetto al primo permette una guarigione più rapida.
Il trattamento sistemico (in compresse ) viene consigliato solo in caso di recidive troppo ricorrenti o di sistema immunitario deficitario.
In commercio esistono anche i cerottini, ma sono efficaci solo la vostra herpes si limita a rossore e pizzicore mentre sono quasi inutili in caso di croste . Da preferire i"compeed " che stanno bene attaccati e non vanno tolti fino a che non si staccano da soli. I cerotti della zovirax invece sono un po ' criticati:si staccano troppo facilmente e la pellicola é troppo sottile, meno lenitiva.

Cosa devi fare se hai l'herpes sulle labbra ?
. Non toccare le vescicole
.lavati sempre bene le mani
.evita il contatto diretto con bambini piccoli
.evita di baciare
. Non alimenti troppo caldi o freddi
.non scambiare lucidalabbra e rossetti
.metti del ghiaccio
.usa la protezione solare prima di esporti
.non umidificare con la saliva eventuali lenti a contatto.
.no ai rimedi della nonna. Usare limone, aceto o sale serve solo per un' insalata. L'herpes farà solo male il doppio !


mercoledì 1 gennaio 2014

Buon anno

Tanti auguri per un 2014 sereno, un po' più tranquillo per chi ha avuto preoccupazioni, un po' più ricco per chi versa in difficoltà economiche e in salute per tutti.