Cerca nel blog

lunedì 22 dicembre 2014

GANODERMA LUCIDUM



Non tutto ciò che arriva dalla Cina oggigiorno va guardato con sospetto.
Da quella parte del mondo arrivano molti rimedi fitoterapici con una storia secolare alle spalle.
Tra questi un fungo , usatissimo da sempre in Cina, che in Italia ha trovato la sua strada solo ultimamente: il Ganoderma Lucidum.

E' un fungo parassita, che vive alla base di castagni, riconoscibile per la sua forma particolare col cappello a ventaglio e la superficie lucida.









Bene, questo particolare fungo pare abbia proprietà officinali molto importanti.


  1. regola i livelli di colesterolo
  2. abbassa la glicemia
  3. agisce positivamente sull'aritmia cardiaca
  4. ha proprietà antitumorali e immunostimolanti
  5. riduce le reazioni allergiche favorendo la respirazione cellulare e la funzionalità epatica
  6. attiva il metabolismo
  7. calma il sistema nervoso e riduce lo stress
Insomma, una grande quantità di effetti benefici che, come sempre, vanno valutati e non sopravvalutati.

Il mio consiglio è: se la patologia è importante non pensiate che il fungo Reishi possa fare il miracolo, Affidarsi alla medicina è sempre la cosa migliore, ma affiancare rimedi naturali, sotto il controllo medico, potrebbe aumentare i benefici.

Se invece avete bisogno di una spinta al vostro sistema immunitario, volete cercare di risolvere le vostre continue allergie, state intraprendendo una dieta, o semplicemente vi sentite stanchi e stressati, il Ganoderma potrebbe aiutarvi!!

Mi raccomando , non è necessario andare alla ricerca del fungo e mangiarselo col risotto, anche perchè non penso sia buonissimo... ci sono in commercio dei prodotti in compresse con l'estratto insapore!!

domenica 9 novembre 2014

LA NUOVA FRONTIERA DEGLI OMEGA 3: IL SALMONE ROSSO SELVAGGIO

Ormai da anni abbiamo imparato che un corretto apporto di omega 3 può fare solo bene al nostro organismo, in quanto ottimo antiossidante capace di ripulire le nostre arterie e renderci più energici e sani. La nuova frontiera degli omega 3 sembra essere l'olio del salmone rosso selvaggio.

E' una specie abbastanza rara che vive nelle acque gelide del Pacifico vicino all' Alaska.
Proprio per l'ambiente in cui vive e a causa della sua alimentazione particolare fatta in principal misura di gamberi e alghe, il salmone rosso ha una quantità di omega 3 e astaxantina che supera di gran lunga quella di tutti gli altri pesci.






Quali sono le funzioni di queste sostanze?

ASTAXANTINA:  
potentissimo ANTIOSSIDANTE.
Cosa fa un antiossidante? Ripulisce le nostre arterie dai radicali liberi, cioè tutte le scorie che si producono ogni giorno e che non hanno nessuna funzione se non quella di creare ostruzione alla regolare circolazione sanguigna.

OMEGA 3 :
riduce la pressione arteriosa
migliora la vasodilatazione
abbassa il livello di trigliceridi e colesterolo
antiossidante
antidepressivo
aiuta lo sviluppo psicofisico nella prima infanzia
previene l'invecchiamento della pelle
migliora l'integrità ossea
aiuta nella riduzione del peso corporeo
protegge il fegato e l'intestino


Insomma , un numero di benefici notevoli : fanno pensare che tutti ne avremmo bisogno, soprattutto considerato il fatto che la nostra dieta non permette un assunzione di omega 3 sufficiente e che il nostro organismo non è in grado di produrlo.

In commercio esiste QUEEN CHARLOTTE che è olio puro al 100% di salmone rosso, non mescolato con altri omega 3 e prelevato solo dalla testa del salmone.

Ricordo inoltre che, nonostante la specificità di questo particolare salmone, la specie non è in via d'estinzione e l'utilizzo di quest'olio non crea danni all'ecosistema!





martedì 4 novembre 2014

L'ACQUA CHE BEVIAMO

Ciao a tutti, l'argomento di oggi penso sia di interesse comune.
L'acqua.

Qualcuno di voi può bere tranquillamente l'acqua del rubinetto?
Io purtroppo no, da diversi anni e come me penso che la cosa coinvolga anche molte altre persone.


A dire il vero l'acqua che esce dall'acquedotto comunale sarebbe anche pulita, il problema sono le condutture che, vecchie e logore, permettono l'entrata di ogni sorta di "schifezza" che poi arriva ai nostri rubinetti.

La cosa che si percepisce prima è la necessità di svitare il rubinetto per pulirlo ogni tanto: da qualche parte una volta al mese, ma anche una la settimana. Il calcare che si deposita rovina tutto...figuriamoci berlo!

Il risultato è che non ci si fida più a bere l'acqua del rubinetto, ma nemmeno più ad usarla per un brodo, un thè, nei casi peggiori anche per la pasta.

L'esperimento thè a casa mia è stato sconcertante.
Un normalissimo the, fatto con l'acqua del mio rubinetto, ha fatto la schiuma!!! Oltre ad avere cattivo odore....
Con l'acqua in bottiglia ....era the!

Comunque, il succo del discorso è che quasi tutti ormai beviamo acqua in bottiglia.

Ma sappiamo sceglierla? 
Spesso ci lasciamo ingannare dalla pubblicità o dal sentito dire.


La prima cosa che bisogna guardare sull'etichetta è :

CONDUCIBILITA' ELETTRICA
questo è un indice chiaro dei residui fastidiosi contenuti in quell'acqua:   
un valore sotto 150 è accettabile, più si discosta e peggio è.
Più questo valore è basso e più l'acqua è pura, quindi berla ci aiuta a idratarci e purificarci con una diuresi naturale.

A questo punto ho fatto una ricerca.
Tra le acque buone, ACQUA LAURETANA, SANT'ANNA, LEVISSIMA
Così così per BOARIO
Pessimi valori per FIUGGI, ULIVETO, VITASNELLA (come la stimola la diuresi se è così carica?)

guardiamo anche il RESIDUO FISSO, che comunque va di pari passo con il primo valore!

controllate poi altri fattori!
Se soffrite di calcoli renali, preferite le acque con poco calcio, se invece avete la pressione alta, controllate i valori di sodio.

Un'altra cosa da tenere a mente è che quasi tutte le bottiglie sono in plastica e che la plastica, più sta a contatto con l'acqua più fa aumentare i valori di residuo fisso. 
Spesso poi vengono tenute in bancali sotto il sole....peggio ancora!

Controllate anche la data dell'ultimo controllo.
Per legge i controlli vanno fatti ogni 5 anni.
Se la data segnata è molto lontana significa che non è più controllata da quell'anno.


Quindi , magari perdeteci tempo la prima volta e poi siate sicuri di bere una buona acqua, 
è importante per il nostro organismo!!!

Per curiosità, l'acqua del mio rubinetto ha una conducibilità di circa 900! E' strapiena di nitrati e mi ha anche fatto rompere la caldaia. Dicono che sia buonissima!!! Io , facendo due calcoli, risparmio con il depuratore!





martedì 28 ottobre 2014

LA VACCINAZIONE ANTI-INFLUENZALE



E' quasi finito il mese di ottobre e come ogni anno comincia la campagna anti-influenzale.

Innanzitutto sia chiaro che la vaccinazione FUNZIONA e che impedisce di contrarre il virus dell'influenza in una percentuale piuttosto elevata, MA SOLO QUELLO!!

Non impedisce che voi vi ammaliate a causa di qualsivoglia virus o battere che circola nel lungo inverno!! Questo lo dico perchè spesso mi sento dire : "L'anno scorso ho fatto il vaccino e mi sono ammalato lo stesso!"
Nella quasi totalità dei casi si trattava di altri virus!

Un altro luogo comune è che una volta fatto si è obbligati a farlo ogni anno.
Non è assolutamente così. Potrebbe esserci la necessità di vaccinarsi in un anno specifico perchè si è particolarmente immunodepressi ( per esempio a causa di altre patologie o cure in corso), o magari perchè si è a contatto con un neonato o un anziano a cui sarebbe meglio non trasmettere il virus.
L'anno dopo...si vedrà!

Il virus responsabile dell'influenza è un virus in grado di modificarsi da un anno all'altro, per questo anche il vaccino cambia .
L'influenza si manifesta con raffreddore, dolore alle ossa e febbre.
In un soggetto sano può tranquillamente essere confusa con un qualsiasi altro virus invernale, ma in persone immuno-compromesse può portare a delle complicanze anche severe.
Per questo motivo è bene non sottovalutarlo.

Chi è bene si vaccini?
  1. persone con più di 65 anni
  2. bambini con più di sei mesi, ragazzi o adulti affetti da patologie croniche quali:
  • diabete
  • patologie cardiovascolari
  • tumori
  • epatopatie
  • bpco
  • patologie respiratorie
  • HIV
  • malattie congenite
    3. donne nel 2-3 trimestre di gravidanza
    4. persone che per lavoro o famiglia sono a contatto con anziani o portatori di patologie.
    5. personale socio-sanitario in generale.

Il periodo corretto per la vaccinazione è fine ottobre, inizio novembre.
Per  alcune delle categorie sopraelencate il vaccino è gratuito: è necessario chiedere al medico di base che eventualmente vi indirizzerà alla ASL per un appuntamento.

In tutti gli altri casi è sufficiente una richiesta in bianco del vostro medico .
L'iniezione costa intorno alle 10,00 euro e vi evita un sacco di malesseri, giorni di malattia sul lavoro e di inattività.

Si tratta di una normalissima intramuscolo che si effettua solitamente nel braccio.
Potrebbe dare un leggero dolore nel sito di inoculazione nel giorno successivo, ma nulla più.

Esistono  due tipi di vaccino: 
  • la sub-unità, è costituita dalle sole proteine di superficie del virus, è meglio tollerato, ma è un po' più "leggero"( diciamo che dà una minor copertura ) -AGRIPPAL- INFLUPOZZI
  •  l'adiuvato, che ha una componente in più , lo rende un po' più fastidioso, anche se la tollerabilità è altissima, ma decisamente più efficace per quanto riguarda la percentuale di copertura. FLUAD- INFLUPOZZI ADIUVATO

Ora la decisione sta a voi!!

Buon inverno

lunedì 13 ottobre 2014

ACCENDIAMO L'UMIDIFICATORE

Comincia il freddo e tra non molto accenderemo i riscaldamenti nelle nostre case.
Le patologie in realtà sono già  abbastanza diffuse: per ora raffreddori, qualche tracheite, ma poi arriveranno anche le bronchiti, l' influenza e chi più ne ha ne metta.

Quando  si accende il riscaldamento l'aria nelle nostre case diventa molto secca e va ad interferire con la normale umidità dei seni paranasali, andando a peggiorare ulteriormente le sintomatologie da raffreddamento.

Questo accade maggiormente nelle abitazioni dove la temperatura è molto alta.

Il primo consiglio è quello di tenere la temperatura tra io 18° e i 20°: oltre a seccare meno l'ambiente vi aiuterà anche a sopportare meglio gli sbalzi di temperatura con l'esterno.

Comunque, quando qualcuno in casa è raffreddato, utilizzare un umidificatore dell'aria può essere di aiuto.

QUESTO NON SIGNIFICA ACCENDERE L'UMIDIFICATORE TUTTO IL GIORNO O LA NOTTE!!!!


E'sufficiente umidificare l'aria per qualche ora, magari nel tardo pomeriggio, quando il calore nell'appartamento è al massimo. Controllate le finestre: se le vedete appannate o addirittura con i goccioloni che scendono, forse avete un po' esagerato!!

Se in casa c'è un bebè e volete umidificare tutta la notte, fatelo mettendo l'apparecchio appena al di fuori dalla porta della cameretta e soprattutto evitate le essenze troppo forti, perchè potrebbero causare spasmi respiratori al piccolo.

Le essenze invece sono perfette se in casa ci sono solo adulti o bimbi un po' più cresciutelli.

Esistono diversi tipi di umidificatori: le categorie sono per lo più due: a caldo e a freddo.

Per esperienza lavorativa confesso di aver sempre venduto meglio quelli a caldo, sono più solidi e danno meno problemi, Oltretutto le caldaie moderne non scottano quindi non sono pericolosi.
Certo, il vapore è caldo quindi dovrete stare attenti in caso di bambini.

Il modello della PUMILENE VAPO è quello che preferisco: solido come una roccia: non si rompe mai!! Costa circa 35,00 e dura per anni.


Attenzione a non confondere un umidificatore con un diffusore ambientale.
Anche questo dispositivo emette vapore, ma non tale da umidificare un ambiente.
Il suo scopo è quello di diffondere aromi, anche balsamici, che quindi danno un po' di sollievo in caso di congestione nasale.

Alcuni modelli cambiano anche colore con l'effetto cromoterapia, ma riescono ad umidificare solo piccoli spazi.
Sono molto usati negli uffici e nei luoghi pubblici!
Sicuramente ci saranno altri umidificatori di altre aziende, se volete comunicare la vostra impressione su altre marche che non conosco fate pure!!!

domenica 5 ottobre 2014

RINFORZIAMO LE DIFESE IMMUNITARIE

Aiuto!! E' solo ottobre e siamo già tutti ammalati!!
In questi giorni siamo circondati da tracheiti, raffreddori, attacchi febbrili...eppure ci siamo lasciati alle spalle le allergie da poco!!
Cosa possiamo fare? La domanda che mi viene posta ogni giorno soprattutto da mamme di bambini in età scolare è : "esiste qualcosa per rinforzare le difese immunitarie?"

La natura in questo ci viene in aiuto.


La pianta più utilizzata negli integratori mirati a questo scopo è ECHINACEA nelle varietà purpurea e angustifoglia.
Sono certe le capacità di stimolo sul nostro sistema immunitario: lo rende più reattivo e forte nel "combattimento" lungo un inverno contro virus e batteri.
In commercio ci sono innumerevoli integratori a base di questa pianta: spesso in forma di flaconcini da assumere la mattina durante la colazione, o in compresse per gli adulti.

Un altro approccio è quello con la PAPAYA FERMENTATA. In realtà è un forte antiossidante, ma, data la sua capacità di ripulire l'organismo dai radicali liberi, pare lo renda più reattivo e quindi più pronto a sconfiggere "il nemico"

Sempre sulla stessa linea è l'utilizzo della pappa reale e delle vitamine.Usate per dare energia assicurano un organismo forte e sano che riesce a combattere benissimo virus e batteri.

Esistono dei "farmaci" tipo BRONCHOMUNAL, BRONCHOVAXOM, IMMUCYTAL, BIOMUNIL che invece sono proprio dei lisati batterici, da assumere con una posologia ben precisa: i batteri innescano il nostro sistema immunitario, ma non sono in concentrazione tale da farci ammalare, un azione simile a quella dei vaccini...e devo dire che tra i vari sistemi sono quelli che danno i migliori risultati

Se volete affidarvi all'omeopatia pura c'è OSCILLOCOCCINUM, che, preso una volta la settimana agisce contro il virus dell'influenza, poco su tutti gli altri virus e batteri.....
sull'efficienza di quest'ultimo ho delle riserve...ma è solo la mia opinione.


Chi ha bisogno di rinforzarsi? 

Bambini , anziani e immunodepressi, per tutti gli altri è sufficiente seguire le normali norme igieniche.
 Evitare i luoghi affollati ( centri commerciali nelle ore di punta), evitare di andare in pronto soccorso se non strettamente necessario, lavarsi spesso le mani, fare lavaggi nasali...e al massimo mettersi a letto e ....aspettare che passi


mercoledì 2 luglio 2014

ESTATE, TEMPO DI ABBRONZATURA

Eccoci arrivati alla tanto desiderata estate e come ogni anno non vediamo l'ora di riposarci e anche di prendere un po' di sole.
Inutile dirlo, il colorito ambrato dell'estate, ci piace perché ci fa sembrare più belli, ma anche più sani. Eliminiamo volentieri il pallore che ci ricorda pomeriggi chiusi in casa o in ufficio e cancelliamo così i piccoli inestetismi che normalmente copriamo con fondotinta e cipria.


Sappiamo però che in realtà l'esposizione diretta al sole ha dei rischi sia a breve termine che a lungo termine.


RISCHI A BREVE TERMINE:
  1. ustioni ed eritemi
  2. cheratite attinica
  3. herpes labiale
RISCHI A LUNGO TERMINE


  1. invecchiamento cutaneo precoce
  2. tumori della pelle: melanoma ed epitelioma
  3. danni oculari ( degenerazione maculare, cataratta)
Innanzitutto...OCCHIO AL FOTOTIPO



 IMPORTANTISSIMA E' L'ORA DEL GIORNO


Tra le 11 e le 15 sarebbe bene non esporsi MAI al sole.


OCCHIO ALLE SUPERFICI RIFLETTENTI


Se siete accanto all'acqua ( mare, lago, piscina) o alla neve, i raggi solari risulteranno amplificati sulla vostra pelle!!!


BERE MOLTO


Sia il colpo di calore, sia l'eritema solare o scottatura si combattono meglio se il corpo e la pelle sono ben idratati, quindi BERE, BERE, BERE








COME METTERE LA CREMA SOLARE ?
La crema va applicata 20 minuti prima di esporsi al sole e va rimessa ogni 2 ore. Non serve mettersene molta pensando di non doverla più riapplicare....va comunque messa ogni 2 ore! E non ha senso nemmeno per un fototipo scuro mettersi una crema ad alto SPF pensando che duri tutto il giorno!!! Ognuno metta il SPF adatto, riapplicandolo quando serve!


LA LAMPADA SOLARE AIUTA A PREPARARE LA PELLE?


Non più di tanto e sicuramente aiuta ad aumentare l'invecchiamento cutaneo


CHE PROTEZIONE METTO AD UN NEONATO?


NESSUNA!! I Neonati non si espongono al sole!!! sotto ai 6 mesi le creme solari non sono indicate e i neonati vanno lasciati all'ombra e al fresco!!! Troppo alto il rischio di disidratazione, anche solo per il caldo intenso!!!
QUALI FARMACI CAUSANO REAZIONI FOTOSENSIBILI AL SOLE?

  • antibiotici
  • antidepressivi
  • antiepilettici
  • antiistaminici
  • antimalarici
  • antimicotici
  • antitumorali
  • cardiovascolari
  • FANS (diclofenac, nimesulide, piroxicam)
  • antidiabetici
  • retinoidi (antiacne)
quindi se assumete questi farmaci proteggetevi con un SPF più alto rispetto al vostro fototipo.




E SE NONOSTANTE TUTTO  VIENE L'ERITEMA?


Fare impacchi di acqua fresca, usare crema idratanti, se pizzica molto creme all'idrocortisone allo 0,5% ( tipo cortidro o sintotrat) non usare antiistaminici orali se abbiamo intenzione di esporci nuovamente, usare paracetamolo (tachipirina) o ibuprofene (moment, brufen, cibalginafast, antalgil....), creme a base di aloe a volontà.


e adesso.....mancano solo le vacanze!!!


sabato 21 giugno 2014

STANCHEZZA E SALI MINERALI

Come ogni anno, arriva il caldo e ci sentiamo tutti un po' a terra.
Sonnolenza, apatia, tachicardia e crampi muscolari spesso sono dovuti ad una perdita eccessiva di liquidi legata alla maggior sudorazione o evaporazione corporea.
L'alimentazione adeguata è la prima soluzione.
Aumentare i liquidi, la frutta e la verdura ci può dare una mano.
Ma quando non basta si ricorre ai sali minerali.


in commercio ce ne sono moltissimi.
QUAL E' QUELLO ADATTO A NOI?


I sali minerali elettroliti che si perdono col sudore e che è importante reintegrare sono MAGNESIO e POTASSIO. Spesso mi capita, in farmacia che mi chiedano solo magnesio per i crampi e la stanchezza, ma in realtà è molto difficile avere carenze di questo minerale, mentre frequenti sono le perdite di potassio.


Il potassio spesso viene perso se assumiamo diuretici  o semplicemente drenanti ( per esempio quelli usati per la -lotta alla cellulite-).


Insieme, questi due elettroliti agiscono sulla contrazione muscolare e la giusta integrazione ci aiuta a combattere il senso di stanchezza.


QUALI CI SONO IN COMMERCIO?


Tantissimi.
il più conosciuto è POLASE  (lo prende anche la statua della libertà!!), ma ce ne sono molti altri ugualmente efficaci che costano meno solo perché meno famosi.
Mi viene in mente Briovitase, Massigen, e persino magnesio e potassio della Bracco in compresse effervescenti che costa poco di più di 4,00 euro.
Insomma, fidatevi del vostro farmacista.


Questi integratori possono essere presi pressoché da chiunque, non fanno alzare la pressione in chi ce l'ha già alta, ma aiutano chi ce l'ha bassina a non cadere in terra.


Un altro prodotto interessante è BIOMAGEN PLUS: oltre a magnesio e potassio contiene la papaya fermentata, che è un potente antiossidante e può aiutare anche in caso di convalescenza. Comunque dà una carica in più senza appesantire.


SEI UNO SPORTIVO?
allora puoi optare per prodotti un po' più carichi, che magari oltre ai sali minerali contengano creatina, carnitina, vitamine.
MGK VIS  per citare il brand più caro
MASSIGEN PRONTO RECUPERO più economico
MG FAST   in confezioni convenientissime


PRESSIONE BASSA?
ci sono in commercio anche i sali minerali addizionati con ginseng, vitamine, carnitina....
ENERGYSOHN per esempio
Gli integratori col ginseng però devo essere presi con attenzione da chi soffre di ipertensione, o di insonnia.





Tutti vanno presi durante la mattinata o nel primo pomeriggio, in un bel bicchiere di acqua..


E non scordatevi mai di bere TANTA acqua naturale durante il giorno!!!


poi sta a voi...se siete delle fashion victims affidatevi ai brand famosi, se volete risparmiare, cogliete l'offerta!!!

domenica 1 giugno 2014

Afte, piccolo problema grande fastidio

Le afte sulla mucosa orale si presentano dapprima come piccolo fastidio in un punto localizzato .
In qualche giorno compare la vescicola, bianca all' interno e più o meno rossa di fuori.
Anche se la vescicola appare puntiforme è molto dolorosa e a volte compromette la capacità di nutrirsi , soprattutto nei bambini.
La forma semplice ,che é quella più ricorrente tende a risolversi da sola in un paio di settimane.
Le forme più complesse di stomatite aftosa ed erpetiforme sono molto dolorose e richiedono terapie farmacologiche .
LE CAUSE ?
Purtroppo non si conoscono .
Normalmente sono favorite da un sistema immunitario un po ' debole, squilibri ormonali, disordini intestinali ,intolleranze alimentari , carenza di vitamine o scarsa igiene orale...o semplicemente apparecchi ortodontici .
COSA FARE?
Se l'afta  è piccola affidiamoci  a prodotti come Alovex, Aftamed,Buccagel..tengono morbida la mucosa e contengono aloe che lenisce . Quando il dolore é più profondo preparati topici come Cortifluoral che bruciano un pochino ma sono più curativi.
Usare uno spazzolino morbido .
No a cibi piccanti o troppo salati.
Attenzione a cibi e bevande troppo caldi o freddi .
In caso di stomatiti ricorrenti sentite il medico

martedì 6 maggio 2014

DIETA ZERO, TISANOREICA, DUKAN

Arriva il momento della prova costume e le signore corrono in farmacia chiedendomi il rimedio magico per dimagrire.
A me viene un po' da sorridere perché in realtà bisognerebbe pensarci tutto l'anno, ma è umano!

Molto in voga sono le diete proteiche che promettono veloci dimagrimenti senza troppi sacrifici.
Non vi sto a spiegare come funzionano perché ormai lo sanno tutti ma ....

1. I sacrifici ci sono eccome: questo tipo di diete sono molto restrittive, non tutti riescono a portarle a termine perché eliminano, perlomeno nella fase d'urto, TUTTI i carboidrati, zuccheri semplici e complessi.
2. Non sono prive di rischi. Possono essere fatte solo da persone sane. Sovraccaricano molto fegato e reni e obbligano all'assunzione di MOLTI liquidi per far si che i nostri organi non ne risentano
3. vanno fatte bene altrimenti non funzionano per niente
4. E' OBBLIGATORIO assumere dei sostituti del pasto proteici e bilanciati, ogni dieta ha il suo, che permettono di avere meno fame e di dimagrire in maniera tonica, ma sono MOLTO COSTOSI e peraltro hanno dei sapori veramente....FINTI.

Detto questo, se vi volete cimentare lo stesso vi racconto dei risultati, visto che ormai sono circa 2 anni che le vendo.

Se avete 5-6 Kg da perdere, fate un 7+7+7, non di più, la dieta massima è 14+14+14, ma ho visto molte persone accusare in seguito a questi periodi, calo di pressione, disturbi visivi, mal di testa, stitichezza persistente.

Se i kg da perdere sono meno, lasciate perdere, sarà sufficiente fare qualche rinuncia.

Se invece i kg. sono molti rivolgetevi ad un nutrizionista o meglio ad un medico. Queste diete vi faranno perdere molto peso e vi sentirete soddisfatte, ma purtroppo questo stile alimentare non può essere portato avanti a lungo e il risultato è che quando non se ne può più i kg persi ritornano e se ne portano anche qualcuno con sé.

Questa è la mia esperienza, probabilmente qualcuno avrà un riscontro più positivo.

mercoledì 9 aprile 2014

attenzione ai decongestionanti nasali

Raffreddori, allergie, semplice ostruzione nasale, gli spray decongestionanti ci vengono in aiuto e ci liberano da quella orribile sensazione di naso chiuso.

E' vero , sono un toccasana: nell'arco di un minuto ci liberano il naso e a volte ci dimentichiamo per un po' di avere il raffreddore.

Ma attenzione!

I principi attivi decongestionanti non sono curativi, sono dei sintomatici che ci permettono di respirare un po' mentre ci curiamo a livello sistemico.
Purtroppo molte persone pensano di fare buona cosa, utilizzando solo lo spray perché pensano di intossicarsi meno di farmaci. Lo spray ti fa stare bene per qualche ora...e poi, beh diamo un'altra spruzzata.

Prendere una pastiglia per il raffreddore per quattro o cinque giorni, o un antistaminico in caso di allergia, non fa male, anzi ti fa guarire.
Spruzzare solo lo spray ti induce a farlo sempre anche per periodi prolungati.

Perché?

Il decongestionante (ossimetazolina per esempio) ti libera le narici per qualche ora, ma induce dopo qualche giorno ad un uso sempre maggiore ( come una droga!)
Un uso eccessivo dei decongestionanti locali porta ipertrofia dei turbinati e diventa un cane che si morde la coda. Più spruzzi e più il tuo naso all'interno si gonfia.

Sempre più sono le persone, che in seguito a visite dall'otorino scoprono di avere un'ipertrofia da VICKS SINEX o da RINAZINA.
La "disintossicazione" è lunga e faticosa.
Lunghi periodi con cortisonici alla sera e acqua di mare di giorno ( non così soddisfacenti come il nostro caro vecchio spray) ci porteranno, se siamo fortunati al ripristino delle condizioni fisiologiche del nostro naso.
I più sfortunati finiscono col dover fare un intervento.


Quindi attenzione!

Spray nasali si...ma con molta moderazione.

lunedì 31 marzo 2014

la zigulì è solo una caramella

Questa volta, qualcosa di poco serio,  ma urgente!!
Ci tenevo a far sapere a una moltitudine di gente, che la famosa caramella Zigulì...non è altro che una caramella!!!
Tanto tempo fa, quando io ero piccina, le mamme, entrando in farmacia capitavano al bancone e immancabili campeggiavano le caramelle colorate. Alle richieste dei bambini la scusa più adottata per non comprarle  era : " no amore, è una medicina, serve per andare in bagno !!"


ERA UNA SCUSA! E LE MAMME LO SAPEVANO!


Peccato che, arrivati ad una certa età, non stavano a spiegare al figlio che fino a quel momento avevano detto un'amara bugia...e quindi, gli ormai ragazzini, si dividevano in due categorie: quelli svegli che capivano e quelli...che continuavano a pensare che la zigulì fosse un lassativo.


Ormai troppe volte mi capita che mamme 40enni dicano ai bambini la solita frase : " no, non te la posso prendere, fa andare in bagno!"  La grossa differenza è che queste mamme ne sono convinte davvero, mentre il figlio...non ci crede per niente!!


30-40enni, ascoltatemi:   la zigulì è una simpatica e gustosa caramellina alla frutta, a volte arricchita di vitamine altre volte solo...BUONA.
Quella che fa andare in bagno è la dolce EUCHESSINA!!!

giovedì 20 marzo 2014

IL CIOCCOLATO FONDENTE.....fa BENE!!

Sull'argomento ormai ci sono molti documenti, ma volevo portare un accenno anche qui sul mio blog, in quanto consumatrice assidua di questo alimento.


Innanzitutto specifico la parola FONDENTE : tutta un'altra faccenda se parliamo di cioccolato al latte ( molto più grasso ) o addirittura di cioccolato bianco, che non è altro che burro di cacao e col cioccolato ha poco a che vedere.


Il cioccolato fondente è un alimento tutto VEGETALE.


Molti  studi condotti in ogni angolo del mondo hanno portato a queste considerazioni:


  • Non alza il colesterolo, in quanto non  carico di grassi, ma al contrario offre un'azione protettiva sulle nostre arterie perchè ricco di sostanze ANTIOSSIDANTI.
  • Non fa ingrassare, per le stesse ragioni viste sopra
  • Aumenta le difese immunitarie
  • Abbassa il rischio tumorale
  • Non alza di molto la glicemia ( a meno che se ne mangino delle vagonate)
  • Ha una provata azione antiinfiammatoria sul tessuto cardiovascolare dovuta all'azione dei bifidobatteri intestinali, in grado di metabolizzare le parti non assorbite del cioccolato in piccole molecole antiinfiammatorie. Da qui la capacità di abbassare il rischio di ICTUS
  • Ha un ottimo potere antidepressivo in quanto stimola la produzione di serotonina
  • E' vasodilatatore, quindi nuovamente porta ad un beneficio sui vasi sanguigni legato anche alla capacità di ritardare l'indurimento delle arterie.


si però fa venire i foruncoli!!!!!      NON E' VERO NEMMENO QUESTO!!!
Nessuno studio ha provato una correlazione tra acne e cioccolato.


Insomma, forse l'unico effetto collaterale è che provoca un po' di dipendenza....ma in fondo, ben venga, come in ogni cosa, basta non esagerare.

martedì 11 marzo 2014

ROYAL REGIME TEA

Eccomi tornata per parlare di un nuovo prodotto.
Si tratta di Royal Regime Tea, una tisana egiziana, disponibile in Italia in seguito ad un importazione dall'Egitto.
Cos'ha di speciale questo prodotto.
A dire la verità mi sembra proprio nulla, ma devo rendere merito alla promoter che , per una giornata intera, ha decantato le sue proprietà a tutti i clienti della farmacia, vendendone veramente un sacco.
Contiene, cicoria, cassia e finocchio.
La sua principale azione è quindi quella di essere lassativa.
150 ml di acqua bollente, 1o 2 bustine lasciate in infusione....e l'effetto è garantito. Certo! C'è la cassia!
Comunque qui si tratta di Cassia egiziana, nata sul limo del fiume Nilo, carica di minerali, oserei dire...faraonica, quindi gli effetti vantati sono miracolosi.
L'effetto è anche drenante se quell'infuso lo si scioglie in 1 litro di acqua e lo si beve durante la giornata.
Il finocchio, oltre ad aromatizzare dà un potere digestivo.....insomma : sono 50 bustine e costa 17,50 a meno che non si facciano sconti o promozioni.
A me sembra un po' troppo.
Il costo copre l'importazione, ma non giustifica l'effetto.
Altre aziende italiane fanno tisane simili e oltretutto non mi sembra corretto incoraggiare l'uso quotidiano della cassia.
Detto questo, il prodotto è ottimo e funziona, niente da dire.

mercoledì 26 febbraio 2014

ACIDO BUTIRRICO : conosciamolo

Scrivo questo post in risposta alle innumerevoli richieste pervenute in questi giorni in seguito allo spot pubblicitario del nuovo integratore ZACOL.
Potere della pubblicità!
Da quando passa in televisione, tutti sono interessati al potere magico dell'ACIDO BUTIRRICO.
Tanto di cappello agli ideatori dello spot.


Cos'è l'acido butirrico?


Intanto è un acido grasso carbossilico che si trova naturalmente in un sacco di cose...puzzolenti.
Tanto per cominciare, si trova nel burro rancido e nei formaggi stagionati, poi lo possiamo trovare nel sudore, quello cattivo e infine...nel vomito!


Che schifo, direte voi! E perché io dovrei assumere una cosa così?


....la chimica!
Innanzitutto una molecola chimica cambia enormemente aspetto, odore e funzione con delle modifiche irrisorie. Pensate che l'estere dell'acido butirrico viene usato...per fare profumi e dolci aromi nell'industria alimentare.


Ma arriviamo al dunque.
Perché fa tanto bene al nostro intestino?


Dovete sapere che le cellule del nostro colon hanno una vita piuttosto breve, ogni 2-3 giorni si devono rigenerare per far si che tutto funzioni bene. Per fare questo hanno bisogno di energia, e questa viene ricavata appunto dall'acido butirrico, che normalmente si produce con una normale e varia alimentazione.


Quindi acido butirrico come fonte di energia per un corretto ricambio di colociti, ma anche per la sua azione contrastante nei confronti delle cellule tumorali.


Mangiando verdura e carboidrati (soprattutto raffermi) l'acido butirrico si produce in abbondanza, se ci dovesse essere una carenza alimentare....ecco che intervengono gli integratori, e così il nostro bravo zacol.
Per essere più completi, nel suddetto inteegratore c'è anche dell'inulina, una sostanza nota per passare inalterata nell'intestino trascinando con sé, scorie e gas...una molecola spazzina insomma.


Visto e considerato che la stragrande maggioranza delle persone soffre di qualche piccolo disturbo del colon, capisco tutto l'interesse per questo integratore.
Ancora non ho riscontri , vi farò sapere poi se effettivamente è così miracoloso!

sabato 15 febbraio 2014

ASPIRINA E SINDROME DI REYE

Dovrebbe essere ormai un concetto conosciuto, ma lo ribadisco visto la quantità eccessiva di clienti che   ancora danno tranquillamente acido acetilsalicilico ai bambini.
È ormai risaputo che questo principio (la classica aspirina per intenderci ) può essere molto pericoloso per bambini in quanto aumenta la possibilità di scatenare la sindrome di Reye :
una forte forma di encefalopatia che porta grossi danni epatici e cerebrali. Si scatena 3-4 giorni dopo l'assunzione e porta nausea , vomito, confusione mentale, svenimenti , debolezza e, se non si porta subito il bambino in ospedale, coma .
Inoltre non c'è una vera cura. Si fanno delle flebo elettrolitiche , si controllano i parametri vitali e si spera che non ci siano stati danni al cervello.
Le linee guida attuali hanno stabilizzato l'età limite per l'assunzione a 12 anni, ma ci sono stati anche casi a 14 anni quindi mi atterrei alle vecchie indicazioni dei 16 anni.
Detto questo, visto che ci sono tante alternative , somministrate altro ai vostri figli. Avranno tempo più avanti per provare i benefici della magica aspirina .

martedì 4 febbraio 2014

LAMPONI PER DIMAGRIRE?

Pare che sia una delle nuove frontiere del dimagrimento quella di perdere peso sfruttando le proprietà degli enzimi dei lamponi.
Questo non significa che da oggi ci dovremo strafogare di questi frutti. 
Quello che ci serve sono solo i chetoni del lampone, cioè i suddetti enzimi che vantano proprietà antiossidanti e dimagranti in quanto capaci di dare senso di sazietà anche per una giornata intera. 
Il famoso dott. OZ , dietologo americano ha lanciato sul mercato un prodotto a base di chetoni del lampone, ma è acquistabile solo su internet e io invito a diffidare degli acquisti di integratori online.
 Per carità, non tutto sarà robaccia, ma chi controlla? 
Comunque in Italia trovate tranquillamente in farmacia integratori con queste sostanze e sono controllati dal Ministero, quindi potete stare tranquilli.
La Farmaderbe fa un prodotto di nome BERRY_DIET, che appunto contiene chetoni del lampone insieme ad altre bacche esotiche che vanno tanto di moda in questo periodo, proprio per le loro proprietà dimagranti.
Trovate le bacche di MAQUI : antiossidanti ,antiinfiammatorie, che velocizzano il metabolismo.....quelle di GOJI, sempre antiossidanti, migliorano la circolazione e aumentano le difese immunitarie, e infine la GARCINIA CAMBOGIA capace di diminuire la sintesi di acidi grassi quindi di dare sazietà e abbassare colesterolo e trigliceridi. 

Mi sono documentata e pare che funzionino.
Come al solito non aspettatevi miracoli!
Questi integratori danno una mano durante la dieta, ma non si può dimagrire, mangiando in maniera sbagliata.
La prima cosa è senz'altro l'alimentazione e il controllo con uno specialista!

Per ora non mi è capitato di vedere altri integratori a base si chetoni del lampone in farmacia, ma se tanto mi da tanto, fioriranno come funghi!!!
Staremo a vedere quando arriverà la primavera e tutte le donne cominceranno a voler dimagrire!!!!

martedì 21 gennaio 2014

INTEGRATORI A BASE DI MELATONINA : NUOVE REGOLE

La melatonina è un ormone naturale prodotto dalla nostra ghiandola pineale a ritmi regolari.
La produzione si ha in risposta alla variazione giornaliera luce-buio e in condizioni normali assicura una buona qualità del sonno.


Dopo i 50 anni la melatonina secreta comincia a diminuire e dopo i 60 arriva ad essere la metà di quella prodotta a 20.


Oltre ad avere questa azione sul sonno, la melatonina vanta anche diverse altre attività: è un potentissimo antiossidante, quindi anti-radicali liberi, anti-invecchiamento cellulare e inoltre ha un'azione antitumorale che la pose anni fa nel centro del mirino per il suo utilizzo nelle cure del prof. Di Bella. Al contrario di questo suo ultimo utilizzo che vide la scienza spaccarsi in favorevoli e contrari, l'utilizzo degli integratori alla melatonina per aiutare il sonno è riconosciuto da anni.


 QUANDO SI USA?


I casi sono due:
per combattere il jat-lag,( quella forma di sfasamento dovuta al cambio di fuso orario)
per la fatica ad addormentarsi, soprattutto in persone over 50.


Fino al mese scorso la maggior parte degli integratori contenevano 3mg di melatonina sola o accompagnata a dei fitoterapici quali valeriana, passiflora, tiglio. Esistevano anche formulazioni da 5mg generalmente "retard" che assicuravano non solo la facilità a prendere sonno, ma anche il suo mantenimento nel tempo.


Poi all'improvviso, uno dopo l'altro, questi integratori sono spariti.


Come farmacista devo dire che una comunicazione precisa sul perché ciò sia successo non l'ho ricevuta quindi sono andata a documentarmi.
Inizialmente si disse che il 5mg veniva tolto dal commercio in quanto inutile.
Presto cominciarono a diventare irreperibili anche le formulazioni da 3 mg.




La mia ricerca assidua sull'argomento è stata richiesta dalla moltitudine di clienti che, facendone abitualmente uso traendone beneficio, si lamentavano della sua irreperibilità


Ora posso dare una risposta.


La UE (unione europea), in seguito ad una riunione di revisione in cui ha stabilito nuove regole per integratori e farmaci, ha stabilito che la melatonina possa rientrare nella categoria integratori solo se al massimo 1mg (dosaggio previsto per favorire il sonno, 0,5mg è il dosaggio per il jet lag).
Tutti gli integratori con dosaggio superiore rientreranno nella categoria farmaco su prescrizione medica ripetibile in fascia C (ricetta bianca a pagamento per intenderci).
 Il problema è che per fare questo le ditte hanno dovuto smaltire tutte le confezioni e per poter rimettere in commercio una melatonina da 3mg dovranno rifare tutto , apporre le dovute avvertenze, riformulare il foglietto illustrativo, richiedere l'autorizzazione per l'immissione in commercio ( e non è detto che gli venga data)
Tutto ciò dal 31 dicembre.


Mah, mi sa tanto che le ditte che producono benzodiazepine ci hanno messo lo zampino!!!


Comunque se volete aumentare la produzione naturale di melatonina...
no alcool
no fumo
no caffeina
no tranquillanti
no antiinfiammatori


prima di coricarvi


è utile invece assumere vitamina b6


E..abbiate un attimo di pazienza.

mercoledì 15 gennaio 2014

LYBERA : aggiornamento

Un rapido aggiornamento su Lybera , la coppetta mestruale. A ottobre era appena arrivata in farmacia , ora che é sul banco da qualche mese, posso parlarvi del riscontro ottenuto con la clientela .
Devo confessare un riscontro molto caloroso nei commenti , ma tiepido nell ' utilizzo. In realtà chi l'ha provata la trova comodissima, per niente fastidiosa ed economica. Ma sono veramente poche ad averla comprata! Io stessa non mi sono ancora azzardata a provarla. Mi piacerebbe che qualcuno mi dicesse che cosa ne pensa!

Ps. Leggete anche il post precedente

sabato 11 gennaio 2014

VARICELLA

Giusto qualche giorno fa parlavamo di herpes ed ecco che in questi giorni dalle mie parti si é scatenata una crisi di varicella .

COME RICONOSCERLA?
All' esordio é solo una pustoletta , magari in un posticino ben nascosto, come sotto un piede , dietro una coscia e talvolta non prude nemmeno tanto. In qualche giorno però le pustolette aumentano e a quel punto diventa facilissima la diagnosi .
QUALI MEDICINE SI PRENDONO?
Dipende dall' età del soggetto. Normalmente colpisce in età scolare e non dà grossi problemi quindi il pediatra prescriverà solo un antistaminico (tinset o cetirizina ) ed eventualmente paracetamolo se c'è febbre .
Ma se ad essere ammalato è un bimbo neonato o debilitato o un adulto, le complicanze sono più frequenti, quindi si ricorre all' antivirale per uso sistemico (aciclovir ) da cominciare il prima possibile.
Per quanto riguarda il trattamento topico ci sono diverse correnti di pensiero. Sul vecchio talco mentolato ormai sono d'accordo la maggior parte degli specialisti: lasciamolo perdere . Occlude i pori e spalmare talco sulla pelle aumenta il rischio di rottura pustole e quindi il dilagare della malattia.
In alcuni casi vengono prescritte delle tinture per fare toccature solo sulle pustole brutte o infette. Calendula tintura madre o tanno Hermal sono le più usate.
MI POSSO LAVARE ?
Io direi di no, fintanto che le vescicole contengono ancora liquido. Lo dico per esperienza. Alcuni pediatri dicono di lavare tranquillamente il bambino, fatto sta che quelli che l'hanno fatto si sono ritrovati con vescicole sui genitali o molto più diffuse . Il principio é lo stesso che ho spiegato prima per il talco. Bisogna assolutamente evitare che le vescicole si rompano!
POSSO USCIRE DI CASA?
Il malato dI VARICELLA è debilitato, quindi soggetto a prendersi anche altri virus o batteri, quindi se é inverno stia decisamente in casa. Se la stagione lo permette può uscire a prendere un po ' d'aria, ma assolutamente evitare contatti con altre persone che potrebbero ammalarsi . Il malato di varicella é molto contagioso, con un incubazione di 15 giorni circa.
Il periodo di malattia varia dai 7 ai 10 giorni , solo quando anche l'ultima vescicole si sarà seccata allora potrete riprendere la vita normale.
E.....parola d'ordine NON GRATTARSI ....i segni della varicella possono restare indelebili !

sabato 4 gennaio 2014

HERPES LABIALIS

L'Herpes labialis é una lesione molto comune che interessa le labbra o le zone vicine ad esse, fino al naso. Si presenta inizialmente con pizzicore e rossore per poi manifestarsi con pustoline rossastre contenenti liquido che nell' ultimo stadio possono rompersi e formare una crosta. É molto contagiosa, ma in genere colpisce solo chi ha il virus latente in sé . Ogni qualvolta il virus è presente nell' aria o il soggetto ha le difese immunitarie un po ' a terra(stress , stanchezza ,convalescenza) ecco che esce fuori. Il virus è della stessa famiglia di quello che causa la varicella, quindi quando ci sono epidemie di quest 'ultima , ecco fiorire anche tante labbra.

Ma quando una persona diventa a rischio herpes ? Nella prima infanzia è facilissimo contrarre la prima infezione se si viene a contatto con le secrezioni di qualcuno che è portatore . Basta la saliva di un bacio o di un bicchiere condiviso. Il genitore non riconoscerà l'infezione perché nel bimbo mette solo fastidio in bocca e potrebbe essere scambiata per normale gengivite da dentizione . Da quel momento in poi il bambino sarà soggetto all' herpes sulle labbra anche se normalmente si manifesterà dopo la pubertà . Raramente l'infezione primaria si ha in  età adulta, ma non é impossibile
Qual é la terapia ?
Il principio attivo più usato é aciclovir topico applicato ogni 2-3 ore sulla lesione per almeno 5 giorni.
Un altro principio é il penciclovir  (vectavir ) più forte rispetto al primo permette una guarigione più rapida.
Il trattamento sistemico (in compresse ) viene consigliato solo in caso di recidive troppo ricorrenti o di sistema immunitario deficitario.
In commercio esistono anche i cerottini, ma sono efficaci solo la vostra herpes si limita a rossore e pizzicore mentre sono quasi inutili in caso di croste . Da preferire i"compeed " che stanno bene attaccati e non vanno tolti fino a che non si staccano da soli. I cerotti della zovirax invece sono un po ' criticati:si staccano troppo facilmente e la pellicola é troppo sottile, meno lenitiva.

Cosa devi fare se hai l'herpes sulle labbra ?
. Non toccare le vescicole
.lavati sempre bene le mani
.evita il contatto diretto con bambini piccoli
.evita di baciare
. Non alimenti troppo caldi o freddi
.non scambiare lucidalabbra e rossetti
.metti del ghiaccio
.usa la protezione solare prima di esporti
.non umidificare con la saliva eventuali lenti a contatto.
.no ai rimedi della nonna. Usare limone, aceto o sale serve solo per un' insalata. L'herpes farà solo male il doppio !